Benvenuti nella magica atmosfera dei Sassi di Matera.

Erri De Luca incontra i lettori a Matera

alle ore 18:00, presso il Palazzo Lanfranchi di Matera, incontro con i lettori
...

FRANTOI CHIUSI

Insieme al FAI e a SLOW FOOD, alla scoperta dei frantoi chiusi
...

DIFENDIAMO LA LINGUA ITALIANA...

alle ore 18:30 del 10 aprile, nella sala Carlo Levi del Palazzo Lanfranchi di Matera
...

Matera Hosts EFA

Matera Basilicata Workshop dal 15 al 22 marzo 2014
...

Visita CASA NOHA

Casa Noha, proprietà del FAI, è un’antica dimora dei Sassi, nella quale si narra la storia di Matera
...

Open day ad UnMonastery

Sabato 15 Marzo il primo Open Day di unMonastery! Siete tutti invitati a una giornata di festeggiamenti
...

Matera - Via Crucis a Cristo la Gravinella

Da Venerdì 07 marzo 2014, ogni venerdì di quaresima a Matera
...

MATERA IN MUSICA

XIII edizione
...

EMOZIONI DI LUCE

Sabato 15 marzo alle ore 16:00 presso la sala delle arcate del Palazzo Lanfranchi, incontro con Vittorio Storaro
...
Corte San Pietro è un micro quartiere, “il vicinato”, sulla cui piazzetta si affacciano camere e suites scavate nel tufo, tenera calcarenite del luogo.
Le camere, case-grotte, conservano lo stesso numero civico d’allora, quand’erano abitazioni in cui vivevano famiglie con numerosi figli.
Rimaste inabitate per oltre cinquantanni, dopo un lungo restauro con un attento recupero conservativo e con moderni impianti tecnologici non invasivi sono oggi diventate particolarissime camere e suites d’hotel. La prima colazione, nel periodo estivo è servita nella Corte.

La struttura storica è stata messa a nudo, evidenziando la trama delle murature in tufo, segnate da nicchie e antiche aperture, sormontate da ampie volte. Nella Corte notiamo anche la bocca di tre cisterne, testimonianza dell’antico sistema di raccolta delle acque che seguono un percorso, realizzato probabilmente durante la grande guerra, ed oggi visitabile attraverso cunicoli impervi di indubbia suggestione. Matera già dal 1993 è entrata nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco anche per questo caratteristico sistema di raccolta di acque piovane che venivano poi utilizzate dagli abitanti delle case grotte.

A Corte San Pietro la tecnologia è invisibile, ovunque è disponibile il Wi-Fi, ed è piacevole utilizzarlo, nella semplicità dell'ambiente, ammirando le profumate piante della macchia mediterranea, dalla salvia al rosmarino, dal mirto alla nandina.

Uscendo, dopo pochi passi si raggiunge la Chiesa rupestre Madonna de Idris, da cui si domina il Sasso Caveoso e il particolarissimo percorso del torrente Gravina. Scendendo da questa massa rocciosa, si arriva in piazza S.Pietro Caveoso con la bella chiesa barocca eretta intorno al 1200. Passeggiando per pochi minuti si raggiunge via Purgatorio vecchio dove, nella Chiesa che fu abitazione di san Giovanni da Matera, è possibile visitare un’enorme cisterna, il Palombaro, che raccoglieva le acque che arrivavano dalla collina dove sorge il Castello Tramontano.
Poco oltre troviamo il quartiere Malve dove vi sono ancora tracce di tombe  di epoca longobarda nel cimitero barbarico che Carlo Levi descrisse scrivendo che i “morti stanno sopra i vivi”.
Ritornando per via Buozzi si raggiuge il Musma, Museo della Scultura Contemporanea. Il più importante museo italiano interamente dedicato alla scultura. Inserito nella suggestiva cornice del seicentesco Palazzo Pomarici, il Musma è l'unico museo "in grotta" al mondo dove si sperimenta una perfetta simbiosi tra le opere d'arte e alcuni tra i più caratteristici luoghi scavati nel cuore dei Sassi. Da lì, salendo qualche gradino, si arriva in Cattedrale. La Cattedrale di Matera fu costruita in stile romanico pugliese nel XIII secolo, sullo sperone più alto della Civita, l'insediamento più antico, che divide i due Sassi.  E c'è tanto altro da vedere Vi aspettiamo per mostrarvelo...